Le origini di Spazio1999

spazio1999 equipaggioDebuttava in Italia, il 31 gennaio 1976 una nuova serie televisiva inglese di fantascienza, una serie indimenticabile: Spazio 1999.

Niente a che vedere con l’americana Star Trek, Spazio 1999 raccontava le avventure degli uomini e donne della Base Lunare Alpha e della loro continua lotta per la sopravvivenza in un universo a loro ostile, dopo che un terribile susseguirsi di esplosioni nucleari aveva scagliato la luna fuori dall’orbita terrestre, dispersa per sempre nell’infinità del cosmo.

Realizzata da Brian Johnson e creata da Gerry e Sylvia Anderson, nasceva dalla rielaborazione di un altro gioiello televisivo di qualche anno prima: UFO. Con 6,5 milioni di dollari di budget (saliti a 7,2 nella seconda stagione), sedici mesi di lavorazione e una campagna pubblicitaria senza precedenti, fu la serie più costosa mai realizzata fino ad allora.

Gli effetti speciali, all’avanguardia per l’epoca, stabilirono uno standard che influenzò le serie e i film di fantascienza che seguirono, tra cui Guerre Stellari (1977). I primi 24 episodi furono presentati al pubblico inglese e americano a partire dal settembre 1975; in Italia esordirono sulla seconda rete della Rai in tre blocchi distinti lungo tutto il 1976.

La prima serie venne cofinanziata dell’emittente di stato italiana. L’accordo prevedeva anche l’utilizzo di attori italiani; per questo i nomi di Gianni Garko, Orso Maria Guerrini, Carla Romanelli compaiono nell’elenco delle guest star, insieme con attori del calibro di Brian Blessed, Peter Cushing, Christopher Lee, Joan Collins, Margareth Leighton, Peter Bowles e Leo McKern.

Dato il grande successo della serie, una nuova stagione della stessa lunghezza ma con stile, scenari e personaggi differenti entrò subito in produzione. Questa seconda stagione, frutto di una coproduzione anglo-statunitense, vide cambiamenti radicali imposti dal nuovo produttore americano Fred Freiberger: più mostri, sparatorie e scene romantiche.

4 pensieri su “Le origini di Spazio1999

  1. Antonio

    L’ho seguito tutto all’epoca ed ora ne guardo volentieri qualche episodio, con la stessa passione, su you tube. E’ sorprendente come fosse realizzato con così tanta cura ed anche tantissimo straordinario significato che ce la dice lunga sul modo in cui purtroppo trattiamo il nostro bellissimo pianeta. Per non parlare del modo in cui l’essere terrestre reagisce secondo le sue sensazioni. E per finire mi sembra tutto vero, dalle sezioni della base al decollo delle aquila, allo stupendo volo della nostra stupenda luna nell’universo.

    Replica
    1. Marino

      Sarebbe bello poter rivedere quella serie in un unico film…..
      Rifatto , magari con la partecipazione di attori che segnarono questa bellissima serie degli anni 70…..
      Possiedo tutte due le serie di spazio 1999…ma sarei felicissimo se qualcuno producesse un film nuovo…con le tecnologie attuali sarebbe ricchissimo di effetti ultra spettacolari…
      Non dimentichiamo che Spazio 1999 era una serie altamente curata per quegli anni…oramai lontani….
      Spero che qualcuno voglia ricreare quegli ambienti e voglia farci vedere il nuovo pianeta colonizzato dagli Alphani…..
      Che nostalgia……….

      Replica
  2. lino

    avevo dieci anni quando e andata in onda il primo episodio e da allora non me ne sono perso uno la sera andavo a letto sognando di pilotare un aquila che ancora oggi per me e la più bella astronave

    Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *